Torna alla lista di tutti i comunicati stampa

17/10/2012
 
Presentato il catologo della mostra di Dario Fo

"E' stata una grande opportunità che per un trimestre, da metà luglio a metà ottobre, ha arricchito il nostro calendario di eventi con un'impronta nuova, sia nei contenuti che nella modalità espositiva, dislocata in tre sedi dedicate a tre diverse aree della ricerca e della produzione artistica di FO". Così il Segretario di Stato per la Cultura, Fabio Berardi, in occasione della presentazione del catalogo, ha commentato la grande mostra dedicata al Premio Nobel Dario FO. Una mostra realizzata per iniziativa di Great Emotions Entertainment in collaborazione con la Segreteria di Stato per il Turismo e la Cultura e il sostegno della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio S.U.M.S.

Col Segretario di Stato Berardi, erano presenti, nella sala SUMS, il Presidente della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio- S.U.M.S, Tito Masi, il titolare di Great Emotions Entertainment, Ermes Bonini e Dario Fo. Berardi ha sottolineato tra l'altro l' impatto estremamente positivo che l'evento ha avuto sul territorio grazie alla presenza dell'artista che ha coinvolto molti giovani sammarinesi per dar vita a una "mostra parlata", da raccontare al pubblico con lo stile affabulatorio e chiarificatore tipico di Fo. "Una vera e propria azione culturale - ha commentato Tito Masi - che ha contribuito a far crescere i nostri giovani e quindi il nostro Paese".

E sono stati proprio i giovani a colpire Fo per la loro freschezza e intelligenza. "Voglio tornare perché ho scoperto qui dei veri talenti, e voglio portarli a lavorare con me in teatro", ha detto il Premio Nobel Fo. Tra questi, c'erano anche questa mattina i ragazzi di Voice Academy, di Bradipo Teatre, dello Smiaf, che hanno ringraziato Dario Fo per l'insegnamento prezioso e la grande opportunità avuta. Non è mancato qualche appello diretto alle istituzioni perché creino condizioni più favorevoli e stimolanti per i ragazzi sammarinesi interessati al teatro. Un appello che si unisce a quello dell'Asart (Associazione Artisti sammarinesi), che il Segretario di Stato Berardi ha voluto citare. "Abbiamo già fatto molti passi avanti negli ultimi anni – ha ricordato Berardi – avviando una politica di mostre d'arte che si traduce in opportunità di confronto e formazione, oltre che di promozione del nostro Paese a fini turistici e di immagine. Il Consiglio Grande e Generale si è espresso all'unanimità con una direttiva che impegna le istituzioni a creare un sistema che ponga l'arte al centro di un progetto di sviluppo del Paese, con ricadute non solo sul piano culturale ed economico, ma anche sul coinvolgimento delle risorse interne e faccia camminare di pari passo nuove proposte e valorizzazione dei tratti identitari".

Dopo San Marino la mostra di Fo sarà in Svezia, Spagna e USA.

 
 

Torna alla lista di tutti i comunicati stampa