Torna alla lista di tutti i comunicati stampa

9/12/2012
 
La Fondazione promuove la cittadinanza democratica

Il tiranno è chiuso nel palazzo. Non ha nessun bisogno di parlare alla massa. I suoi affari sono lontani dai sudditi, la sua vita è un’altra e non ha quasi nulla in comune con il popolo che si accontenta di vedere la sua faccia stampata sulle monete. Eppure il tiranno si deve mostrare ogni tanto. Deve farsi acclamare soprattutto nei momenti di crisi quando rischia di essere spodestato. Così si affaccia, si sporge dal balcone del palazzo e rischia di diventare un bersaglio.

“Lasciate che vi chiami cittadini anche se tutti sappiamo che siate sudditi, ma io vi chiamerò cittadini per risparmiarvi un’inutile umiliazione”. Si è aperto così “Discorsi alla nazione – studio per uno spettacolo presidenziale”, il monologo che Ascanio Celestini ha presentato il 30 agosto al Teatro Concordia, all’interno della sesta edizione del Festival Teatrale della Cittadinanza Democratica, quest’anno levigato sul tema delle “ecoculture e legalità per re-immaginare mondi possibili”.

“Ho immaginato alcuni aspiranti tiranni che provano ad affascinare il popolo per strappargli il consenso e la legittimazione. Appaiono al balcone e parlano senza nascondere nulla. Parlano come parlerebbero i nostri tiranni democratici se non avessero bisogno di nascondere il dispotismo sotto il costume di scena dello stato democratico” racconta il celebre attore capitolino. Ascanio Celestini, assieme a Ulderico Pesce, Marco Baliani e ad altri artisti dal pedigree cristallino, ha impreziosito la sesta edizione della manifestazione sammarinese, nata nel 2007 per consentire un incontro a tutto tondo tra il teatro e le persone, di ogni estrazione età e origine, cittadini e cittadine, che nel confronto con il teatro possono trovare nuovi e ulteriori stimoli per le proprie vite, il lavoro e quel senso di partecipazione alla comunità sempre più spesso dimenticato in nome dell’interesse privato.

La rassegna costituisce un importante momento di aggregazione culturale proprio intorno al tema dell’esercizio di una cittadinanza attiva, tema ritenuto una priorità dai principali organismi istituzionali internazionali quali il Consiglio d’Europa e l’UE.

Il VI Festival Teatrale della Cittadinanza Democratica di San Marino è un progetto della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio, del Dipartimento della Formazione dell’Università di San Marino, in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione di Bologna e l’Ufficio Attività Sociali e Culturali della Repubblica di San Marino ed è sostenuto dalle Segreterie di Stato per l’Università e le Politiche Giovanili, gli Affari Sociali e le Pari Opportunità, gli Affari Esteri, il Turismo e lo Sport, l’Ambiente e il Territorio.

 
 

Torna alla lista di tutti i comunicati stampa