Torna alla lista di tutti i comunicati stampa

19/5/2006
 
 
Fondazione San Marino e Panathlon Club per la promozione della sportività e il rilancio dei valori etici, culturali e sociali dell’agonismo

 -

Presentati il Premio Fair Play e il I Concorso tematico internazionale di fotografia “Lo Sport”. Giovanni Galassi: “Trionfino  i valori della lealtà e della correttezza” -

 

“Per la rinascita di una cultura dello sport fondata sui valori autentici dell’agonismo. Valori che vanno preservati dalle contaminazioni del business più esasperato e che, soprattutto in un’era di aperta mercificazione come quella attuale, non possono più prescindere dall’etica, dalla socialità, dallo spirito di sacrificio, dalla correttezza e dalla lealtà assoluta nei confronti di avversari, giudici di gara e appassionati”.

In questi termini, e con un amaro intrinseco richiamo alla bufera giudiziaria che si è abbattuta nelle ultime settimane sul calcio italiano, il Presidente Giovanni Galassi ha annunciato ieri mattina il pieno appoggio e il sostegno finanziario delle Fondazione San Marino alla duplice iniziativa che il Panathlon Club della Repubblica, in occasione del quarantesimo anniversario della sua fondazione, ha presentato alla stampa locale: il “Premio Fair Play”, giunto alla sua seconda edizione dopo l’esordio del 2001, e il I “Concorso internazionale di fotografia”, dedicato ovviamente, e interamente, al tema “Lo sport”.

Con gli auspici dei vertici del Club, rappresentati dal Presidente Gianni Silvagni e dal Vice Giampaolo Rolli, i responsabili delle due manifestazioni hanno poi passato in rassegna tratti, modalità e finalità dei concorsi.

“Il Premio Fair Play - ha spiegato Leo Achilli -, idealmente intitolato alla memoria del nostro compianto Presidente Giancarlo Braschi, nasce nell’ottica di stimolare il rispetto e l’interesse per i valori di serenità, convivenza e correttezza propri dell’agone sportivo”.

Suddiviso in tre categorie (“Gesto”, “Carriera”, “Promozione”), il Premio designerà i “Principi” del fair play che, in ambito sammarinese, si sono contraddistinti per sportività o con un’azione particolarmente meritoria compiuta in gara in corso d’anno, o con la prosecuzione, nel 2006, di una carriera costantemente ispirata al rispetto delle regole sportive; o, infine, per il costante impegno profuso con ogni mezzo a favore della promozione di un clima sereno, disteso, serio, collaborativo e tollerante, in ambito agonistico come “fuori campo”. La formula, imperniata su segnalazioni inviate da club, associazioni, federazioni ma anche da privati cittadini, non prevede per i tre vincitori, che saranno proclamati l’11 novembre 2006, assegnazioni di premi in danaro.

Così come esige il più puro spirito decoubertiniano, ai premiati solo una targa e la riconoscenza del Paese. Diversa invece la dinamica del Concorso fotografico, “organizzato in collaborazione con l’Associazione Sammarinese Fotoamatori – hanno spiegato Alberto Braschi e Giulio Cesare Casali – e aperto alla partecipazione di appassionati di tutto il mondo”. Articolato in un’unica sezione, comprendente stampe “Bianco e Nero” e “Colori”, la rassegna sfocerà infatti in una mostra ad hoc, in programma dall’11 al 18 novembre al Multieventi Sport Domus. Sei i premi in palio, a scalare da 1.000 a 250 euro, che saranno assegnati da una giuria tecnica composta prevalentemente da “panathleti” sammarinesi.


 

Torna alla lista di tutti i comunicati stampa