Torna alla lista di tutti i comunicati stampa

12/5/2006
 
Mostra - ``Limes Reipublicae``, i confini di San Marino dalle mappe settecentesche al paesaggio contemporaneo

Un ritrovamento casuale nell’Archivio Segreto del Vaticano di una mappa sino ad allora sconosciuta,  denominata il Cabreo settecentesco.

Nasce da  questo episodio,  all’interno delle celebrazioni di Papa Clemente XIV,  patrizio e concittadino sammarinese, del quale quest’anno ricorre il trecentesimo anniversario,  la mostra  “Limes Reipublicae” – I  Confini di San Marino dalle mappe settecentesche al paesaggio contemporaneo, dal 13 al 26 maggio presso la Fondazione San Marino – Palazzo del Mutuo Soccorso, via Piana, 1.

Anticipata da una giornata  di studio nel novembre scorso su “Papa Ganganelli e la terminazione dei confini sammarinesi nella seconda metà del settecento”, la mostra che sarà inaugurata venerdì prossimo, sarà la fondamentale tappa di mezzo di un percorso che terminerà con una pubblicazione su questa tema di grande rilievo per la storia della Repubblica. L’uscita è prevista tra la fine del 2006 e gli inizi del  2007.

“Limes Reipublicae”, è divisa in quattro sezioni: “Ricognizioni dei Confini della Repubblica di San Marino”, sulla scorta degli atti pontifici prodotti in occasione della definizione ufficiale del confine tra San Marino e il Vaticano;  “Il Paesaggio Contemporaneo”,  dedicata al progetto denominato  “Km 39,4 ca.”… a piedi lungo il confine che disegna il territorio di San Marino. Esperienza artistica e sociale lungo una linea immaginaria dell’artista Pier Paolo Coro, che ha realizzato, nell’ambito del progetto Sanmarinosaraievo, un video documento sulle prime quattro escursioni realizzate insieme al Gruppo Speleologico di San Marino,  a cura dell’Ufficio Attività Sociali e Culturali: la terza sezione ha come titolo “Clemente XIV  e la terminazione settecentesca”, che si occupò anche di San Marino in relazione alla ricognizione dei confini territoriali dei possedimenti pontifici; la quarta sezione è invece dedicata alla mappe dei catasti storici sammarinesi che provengono dal  ricchissimo Archivio di Stato di San Marino.

La mostra è stata presentata in una conferenza stampa stamane nel Villino Bonelli alla presenza dei rappresentanti degli Enti Promotori: Giancarlo Venturini, Segretario di Stato Giancarlo Venturini, Leo Marino Morganti, Consigliere della Fondazione San Marino, Carlo Biordi, presidente della Società Unione Mutuo Soccorso, Massimo Bottini, presidente della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Santarcangelo di Romagna.

La Fondazione San Marino  è particolarmente lieta di essere presente in questa nuova iniziativa che favorisce la crescita culturale del nostro Paese e  – ha affermato Leo Marino Morganti -  allarga il nostro bagaglio di conoscenze storiche”.

La Segreteria di Stato ha accettato il patrocinio alla mostra sapendo di appoggiare un’iniziativa di particolare rilievo alla quale  - ha sottolineato Giancarlo Venturini -  hanno contribuito anche gli uffici tecnici della Pubblica Amministrazione”.

La Società  di Mutuo Soccorso di San Marino ha accolto con grande entusiasmo – ha ricordato Carlo Biordi - la proposta della sua omologa santarcangiolese dopo il ritrovamento del presidente Massimo Bottini del “Cabreo” negli archivi vaticani. Nella mostra sono presenti documenti, scritti, mappe, disegni di grande importanza per i sammarinesi. Vanno ringraziati anche i volontari che hanno contribuito alla ricognizione dei confini  ritrovando gli antichi cippi di pietra calcarea”.

“Quella carta ritrovata negli archivi segreti vaticani, quella mappa in acquerello, continua a parlarci, perché ci permette – rimarcava con entusiasmo Massimo Bottini -  di attualizzare quei lontani confini che abbiamo ripercorso in questi mesi nella sua parte romagnola. Ci aspetta ancora un lungo lavoro, la ricognizione deve continuare, anche per riflettere sul tema del paesaggio confine. La mostra sarà anche l’occasione per approfondire un argomento che lega San Marino all’Unione Europea in virtù di una convenzione firmata nel 2000”.

 

 


 

Torna alla lista di tutti i comunicati stampa