Torna alla lista di tutte le attivit�

9/5/2003
 
PROGETTO CUORE

 

Il Progetto Cuore, presentato alla Fondazione San Marino dall’Associazione “Società Sammarinese di Cardiologia” e supportato dalle necessarie garanzie fornite dalle Istituzioni Sanitarie Pubbliche, ha il fine di combattere il problema della morte improvvisa. Questo, prendendo spunto da altre esperienze (città americane come Seattle e Rochester e a livello europeo Piacenza) che hanno dimostrato come attraverso la defibrillazione elettrica precoce, la percentuale dei sopravvissuti all’evento sia notevolmente aumentata.

La morte improvvisa è un evento frequente, rapido ed inaspettato che colpisce spesso persone sane, quindi non necessariamente persone con malattie cardiache, ed è dovuta nell’80% dei casi ad una aritmia del cuore chiamata “Fibrillazione Ventricolare”: l’unico modo per poterla interrompere è intervenire molto rapidamente con una scarica elettrica erogata da un apparecchio chiamato defibrillatore. Dal 2001, l’accoglimento del progetto da parte della Fondazione ha permesso l’installazione di oltre 30 defibrillatori su tutto il territorio sammarinese, dotando dell’apparecchiatura i principali corpi istituzionali quali: Guardia di Rocca, Gendarmeria, Polizia Civile, oltre a Farmacie, Centri Sanitari, centri sportivi, vari centri commerciali e privati cittadini in veste di volontari.

 

Già diverse vite sono state salvate grazie all’uso del defribillatore che si sta cercando di diffondere ulteriormente per consentire il suo rapido intervento in ogni area del territorio sammarinese.

La Repubblica di San Marino attraverso il Progetto Cuore costituisce un punto di riferimento internazionale per la defibrillazione precoce sul territorio.


Torna alla lista di tutte le attività